Tornitura in lastra e fluotornitura *

FotoIcona

La nostra arte:
la tornitura della lamiera

Tornitura in lastra e fluotornitura sono il nostro mestiere da sempre e da sempre richiedono un approccio più pratico che scientifico: per ottenere risultati di qualità, anche le tecnologie più innovative devono essere supportate da mano esperta.
 
Per questo la nostra risorsa più importante sono le persone e la loro competenza, raggiunta in anni di pratica su torni manuali, semi-automatici e CNC ad autoapprendimento.  
 
 
 

Materiali, spessori e diametri:
un ampio ventaglio.

Oggi lavoriamo con cura e precisione dai metalli più docili come ferro, rame, ottone ed alluminio, ai più tenaci come acciaio inox e leghe speciali. Con le attrezzature ordinarie arriviamo a diametri di 2,4 metri e spessori fino a 10 mm di ferro, 6 mm di acciaio inox, 15 mm di alluminio.

             

Forme standard...

Nel corso di due generazioni, alla Giotto Fratelli abbiamo tornito forme delle fogge più varie, grazie a matrici per tornio sia singole che componibili: coni, sfere e semisfere, cilindri ed altre forme, di varie dimensioni. É così che oggi disponiamo di un nutrito catalogo di stampi che permettono al cliente di contenere tempi e costi.

...e stampi su disegno

Quando non disponiamo degli stampi adatti, possiamo comunque realizzarli su disegno: i nostri agenti, i nostri tecnici ed il nostro ufficio commerciale, sono sempre disponibili a fornire supporto in questo senso, conducendo il cliente verso la scelta più efficace e conveniente.

* Tornitura in lastra o fluotornitura?

Sia la tornitura in lastra (nota anche come imbutitura al tornio) che la fluorotnitura, consistono nel costringere un disco di metallo contro uno stampo. Disco e stampo sono fissati assieme sul mandrino di un apposito tornio. Le odierne tecnologie, spesso vedono tornitura in lastra e fluotornitura combinate in un unico processo, indicato genericamente come tornitura in lastra o imbutitura al tornio.

“Tornitura in lastra” ovvero “Imbutitura al tornio”
Lo spessore del materiale nel manufatto finale differisce di poco dallo spessore del disco iniziale, mentre il diametro del manufatto può essere molto diverso da quello del disco di partenza.

“Fluo-tornitura” o “fluotornitura”
Il diametro del disco di partenza è quasi uguale a quello finale del manufatto. Questo accade solo grazie a variazioni di spessore delle pareti del manufatto, anche molto consistenti.

Foto